Sondaggio: chi sarà il prossimo sindaco? 

E’ online il nuovo sondaggio di CAPRIcity. Stavolta ci occupiamo di “fantapolitica” e vi chiediamo di scegliere il vostro candidato preferito in una rosa di dodici ipotetici nomi suddivisi per comune.

Cliccate sul link per partecipare all’indagine:

https://it.surveymonkey.com/r/2H9MYWT

Annunci

Ripartono le intese tra i due comuni a tutela della circolazione nell’isola

Stamane il Prefetto di Napoli Gerarda Pantalone ha incontrato i Sindaci di Capri e Anacapri, De Martino e Cerrotta, al fine di favorire la più ampia cooperazione tra i due enti per la risoluzione delle problematiche comuni in ordine alla disciplina della circolazione stradale sull’isola ed il mantenimento delle corrette relazioni istituzionali recentemente incrinatesi a seguito dell’ordinanza sperimentale adottata dal Comune di Capri.  Continua a leggere “Ripartono le intese tra i due comuni a tutela della circolazione nell’isola”

Passeggiata d’Autore: protagonisti gli alberghi storici di Capri 

Tornano le Passeggiate d’Autore guidate dal professore Renato Esposito. Sabato 2 luglio alle 18, appuntamento per scoprire la storia e la bellezza degli alberghi storici e capire come l’ospitalità sia diventata nei secoli un fattore congenito del dna isolano. Dai saloni e dal tetto dell’Hotel La Palma (ex Pagano) locanda e albergo degli artisti dove nacquero i capolavori del romanticismo tedesco, si passerà all’Hotel Gatto Bianco, scenario negli anni ’50, effimero e gioioso della Dolce Vita. L’Hotel Quisisana emblema dagli inizi del ‘900 nel mondo di eleganza e classe sarà la terza tappa di questo viaggio nella storia dell’ospitalità isolana. Si raggiungeranno, infine, i giardini incantati della Certosella, piccolo gioiello dell’architettura caprese, cenacolo di artisti e musicisti.
Punto d’incontro: Giardini della Flora Caprese ore 18:00, durata 1 ora e mezza

A Villa Lysis, il Premio Falco: vince un giovane musicista napoletano 

Grande successo di pubblico per il Festival Musicale e Premio Maestro Paolo Falco andato in scena oggi a Villa Lysis. Una ventina circa gli iscritti provenienti da scuole medie napoletane, alcuni dal liceo e altri ancora dagli istituti isolani. La commissione giudicatrice del premio – che vanta il patrocinio della Città di Capri e del Comune di Anacapri – era formata da Elisabetta Russo, direttore artistico del festival, e dal maestro Stefano Giordano, nel ruolo di presidente, affiancato dai musicisti Claudio Amitrano, Bruno Lembo e e Erminia Kacani. Al termine delle esibizioni è stato offerto un buffet dal Ristorante La Palette. Il primo classificato assoluto, un quindicenne napoletano, e tutti i partecipanti al concorso saranno presto protagonisti di un concerto. 

Capri, sindaci chiamati in Prefettura

CAPRI- Dal «salotto del mondo» a Piazza Plebiscito: la querelle sull’ Anacaprexit si sposta a Napoli. I due sindaci isolani, in guerra per l’ ordinanza sul traffico emanata dal comune capofila, sono stati convocati d’ urgenza dal prefetto Gerarda Pantalone, al quale toccherà il compito di dipanare la matassa e fare da paciere. Dopo la fumata nera dell’ incontro in prefettura della scorsa settimana, voluto con insistenza dal sindaco di Anacapri, che aveva sperato in una tirata d’ orecchie per redimere il cugino e collega caprese, domani mattina alle 12 De Martino e Cerrotta si ritroveranno di nuovo a confronto dopo la clamorosa interruzione dei rapporti istituzionali annunciata venerdì scorso dal comune «di sopra». Intanto tornano a parlare anche le associazioni di categoria e lo fanno attraverso una nota congiunta con la quale bacchettano entrambi i protagonisti della vicenda e condannano la presa di posizione di Cerrotta. «Con amarezza e preoccupazione riscontriamo la nota del sindaco di Anacapri – si legge nel comunicato congiunto firmato da Federalberghi, Ascom Capri, Ascom Anacapri e Capri Excellence – seppur erilevanti e concrete siano le motivazioni, non riteniamo che l’ interruzione dei rapporti istituzionali con il comune di Capri possa rappresentare l’ opportuna risposta». I rappresentanti di albergatori e negozianti sostengono, infatti, che «l’ attuale fase di scontro tra le due amministrazioni comunali dell’ isola debba essere urgentemente superata onde evitare che si trasformi in un assurdo e dannosissimo scontro tra le due collettività. Nell’ ultima riunione della Consulta sulla Mobilità e sul Turismo ci siamo adoperati per addivenire ad una soluzione di compromesso tra due posizioni contrastanti e punti di vista divergenti ma che soddisfacesse al meglio le esigenze delle due comunità – spiegano Gargiulo, Bottiglieri, Massa ed Esposito – i rappresentanti di Capri, a fronte della sperimentazione effettuata nei primi sette giorni di applicazione del dispositivo, fermo restando l’ impostazione che lo caratterizza, hanno proposto una serie di aggiustamenti di immediata introduzione, che avrebbero attenuato alcune criticità. Le modifiche non sono state ritenute soddisfacenti ed accettabili da parte dell’ amministrazione di Anacapri». E’ tutto qui, infatti, il motivo del divorzio tra i due comuni: il «no» alla proposta del sindaco Cerrotta, avallata anche dalla consulta, che ha chiesto di annullare il provvedimento anti caos che prevede il blocco dei bus turistici e del trasporto merci in alcune fasce orarie, in favore dell’ istituzione di un senso alternato nelle ore di punta. Ed in attesa dell’ esito dell’ incontro con il prefetto in programma per domani, i leader delle categorie e di Capri Excellence – l’ associazione, presieduta dall’ editore Riccardo Esposito – chiedono la convocazione urgente di una nuova riunione della consulta ed una partecipazione dei sindaci scevra da pregiudizi con la volontà e la determinazione di giungere all’ obiettivo» .

Claudia Catuogno

(Fonte: Corriere del Mezzogiorno, 28 giugno 2016)

Capri vs Anacapri: ecco i risultati del sondaggio

Spaccati sul comune unico, scelgono Franco Cerrotta e ritengono che gli sfotto’ tra capresi ed anacapresi siano una simpatica tradizione folcloristica, mentre l’argomento Sippic resta un tabù per tutti. Questi i principali risultati del sondaggio “semiserio” lanciato da CAPRICity sulla rivalità – vera o presunta – tra i due comuni isolani. Andiamo con ordine. Il 39,39% dei partecipanti ritiene che la rivalità tra Capri e Anacapri sia una simpatica tradizione folcloristica, seguito dal 34,34% che, invece, la ritiene retrograda e infantile. Per il 14,14%, invece, esprime in parte un complesso di inferiorità/superiorità, mentre il 12,12% reputa si tratti di un qualcosa di fisiologico per la troppa diversità tra i due territori. Abbiamo, poi, chiesto Capri cosa invidia ad Anacapri: l’orgoglio e il senso di appartenenza degli abitanti (55%), l’amministrazione comunale (17%), la genuinità, la compattezza e l’obbedienza (16%) e la Grotta Azzurra (12%). Al contrario, gli anacapresi invidiano a fama del comune capofila isolano (60,61%), il porto (35,35%), il gruppo consiliare di opposizione (3,03%) e l’impegno volontario nel sociale (1,01%). Quando capresi ed anacapresi litigano, l’80,81% ritiene si perdano di vista obiettivi comuni che necessitano di entrambe le forze, il 17,17% pensa “meno male che ci divide una Madonna” e il 2,02% “l’hanno voluta loro, noi siamo meglio”. L’argomento tabù a Capri a maggioranza è la Sippic (56,57%), seguito da raccolta differenziata (17,17%), petulanza (14,14%) e posti barca (12,12%). Ad Anacapri, invece, divieto sacrale di parlare di abusivismo edilizio (65,66%), Sippic (17,17%), opposizione (9,09%) e complesso di inferiorità (8,08%). Spaccati su un eventuale referendum suol comune unico: tra favorevoli e contrari c’è solo un voto di differenza (rispettivamente 42,42% e 41,41%), mentre il 16,16% non si esprime. E come sindaco dell’ipotetico comune unico dell’isola, il 40% vorrebbe Franco Cerrotta, seguito da Roberto Bozzaotre con il 25,88% e da Costantino Federico con il 12,94%. De Martino raccoglie l’11,76% dei consensi. L’ex assessore Riccardo Federico conquista il 5,88% dei voti, mentre fanalino di coda è il sindaco uscente di Capri, Ciro Lembo, con solo il 3,53% delle preferenze. A questo sondaggio hanno risposto in maggioranza cittadini residenti a Capri (54,55%), Anacapri (36,36%) o in altri comuni (9,09%). Il 47,96% appartiene alla fascia di età tra i 31 e i 50 anni, il 27,55% tra i 18 e i 30 anni, il 24,49% oltre i 50 anni.

 
 
 
 
 

                                                                                                                                        

Personaggi: chi sceglie Capri e chi Anacapri 

Da Chitis a Balivo, quelli che amano passeggiare in piazzetta

CAPRI- Una meta ambita dal turismo di massa, ma che mantiene ancora il fascino della dolce vita anni Sessanta per un mito che non ha fine. La Capri dal doppio volto, che durante il giorno accoglie migliaia di turisti su banchine sovraffollate e di sera si trasforma in una passerella mondana, glamour e sofisticata, è ancora oggi la località preferita dai personaggi del mondo.  Continua a leggere “Personaggi: chi sceglie Capri e chi Anacapri “

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑