Osservazioni di un Falso Residente 1.25

(COM)PLESSI SCOLASTICI, meriti e colpe sulla pelle dei ragazzi

What’s up? Alle “commerciali” fa freddo, il “classico” e lo “scientifico” non si trovano più alla Certosa e ad Anacapri è in costruzione una nuova struttura che si propone di ospitare prossimamente tutti gli indirizzi. Altrove, bene o male, si va avanti come sempre. Quindi, gli studenti del professionale vogliono il riscaldamento e quelli dei licei vogliono una sede fissa, sicura e funzionale, salvo qualcuno che romanticamente spera ancora nel ripristino dei locali del monastero certosino.

Queste sono le uniche cose che contano perché sono i disagi più importanti espressi dai ragazzi. E vanno risolti immediatamente. Tutto quello che è stato creato intorno è frutto di mosse politiche più o meno astute, di manie di protagonismo di qualche genitore e, più in generale, di una disarmante superficialità che ha portato a credere al primo che si mette al megafono, senza verificare il contenuto di ciò che dice.

Per quanto riguarda il riscaldamento la protesta è stata immediatamente rivolta alla Città Metropolitana di Napoli: quindi è ufficiale che dall’11 dicembre scorso sull’isola qualcuno sa che l’organo responsabile degli edifici scolastici superiori in Campania è l’ex Provincia di Napoli! Perdonate lo stupore, ma per come è stata affrontata la questione del classico e dello scientifico, questa è una vera notizia. Si rischia che qualcuno pensi addirittura che i ragazzi abbiano sbagliato interlocutore! Per quanto riguarda i liceali, infatti, molte persone si sono scagliate contro l’amministrazione di Capri, ignorando – consapevolmente o meno – il vero ente responsabile. Perché questa differenza di trattamento? È un’altra dimostrazione che ad Anacapri stanno avanti, come si suole dire? A parte gli scherzi, potrebbe essere perché nel comune “di sotto” esiste un’opposizione che, come tutte le opposizioni – tranne quelle che difatti non esistono – punta il mirino dell’opinione pubblica sulla maggioranza per qualunque questione, anche se non di loro strettissima competenza.

Insomma, quella volta La PrimaVera ha preso anche le mazzate che non le spettavano, ma è tipico delle risse vedere intromettersi persone a cui non frega niente della causa, ma che sono solo spinte da frustrazione. Infatti, gli unici ad avere freddo o a voler stare in una scuola efficiente sono i ragazzi: loro sanno a chi rivolgersi.

Comunque, nonostante la disinformazione pilotata a fare da contorno, è stato segnalato con forza un malessere e come tale va rispettato e considerato, nonostante lo stato avanzato dei lavori del nuovo complesso scolastico di Anacapri.

A proposito, è stato commesso lo stesso errore anche per quanto riguarda la nuova scuola: in un sondaggio d’opinione recentemente condotto dal Comitato Civico “La Fenicia” – i cui risultati sono consultabili online – figurava tra le opzioni di risposta alla domanda: “Quali, tra queste iniziative comunali, ritieni abbiano migliorato la vita anacaprese?”, la possibilità di indicare anche la “Costruzione del nuovo plesso scolastico”. Che non è un’iniziativa comunale ma, come detto, della famosa – mica tanto, a questo punto – Città Metropolitana di Napoli, ex Provincia.

La buona fede de “La Fenicia” non è in discussione, al loro attivo vantano decine di attività importanti per il territorio: sarà stata una leggerezza. Quel che mi preoccupa è che la risposta sia stata selezionata dal 35,30% dei partecipanti al sondaggio, ovvero da 89 persone su 251. Quel che mi preoccupa ancora di più è che nessuna delle 251 persone che hanno avuto il questionario tra le mani abbia segnalato la cosa al comitato, che, certamente, sarebbe corso ai ripari. Cosa significa? Che nessuno sa che l’istituto in costruzione ad Anacapri non è un’opera realizzata dal comune (eh, eh, tirata d’orecchi a quegli amministratori che ci provano a farlo credere! Occhio che Babbo Natale non vi porta nulla nemmeno quest’anno!).e

Bisogna fare attenzione a queste cose, perché ogni questione ha un suo responsabile, sia per i complimenti che per i reclami. Odio ripetermi, ma è di fondamentale importanza cominciare ad informarsi, anche per dare il buon esempio a chi in questo momento, pur di studiare, frequenta una scuola ‘triste’.

A meno che non vada bene così.

Falso Residente

 

 

 

 

2 risposte a "Osservazioni di un Falso Residente 1.25"

Add yours

  1. Forse la falsa residente risiede a Capri piuttosto che ad Anacapri. Sono pienamente d’accordo che bisogna informarsi bene. Le assicuro che se ha bisogno di informazioni circa i lavori del complesso scolastico può recarsi al Comune di sopra dove saranno a disposizione per tutti i chiarimenti possibili, così eviterà di denigrare persone che hanno impiegato tempo e lavoro affinché il progetto di 40 anni fa venisse finalmente realizzato.

    "Mi piace"

  2. La ringrazio per il suo commento.

    Con la rubrica che curo su questo blog non ho mai denigrato il lavoro di alcuno, né mai ho dato modo di pensarlo a coloro che leggono i miei interventi senza pregiudizi, comprendendo che si tratta di spunti di riflessione. Né di certo – come è evidente – ho intenzione di dire male di un progetto così prezioso come la scuola. Tant’è che parlavo di tutt’altro: competenze, disagi, enti preposti, strumentalizzazioni politiche e informazioni poco chiare atte a confondere i cittadini.

    Stia serena, a terraferma mi hanno insegnato che l’importante non è la medaglia, ma il fatto in sé. L’isola avrà un nuovo complesso scolastico che ospiterà tutti gli studenti delle superiori: di questo ne apprezzo la valenza, anzi, può verificare lei stessa che in questo blog ne è stata data notizia con precisione di particolari sul progetto.

    La ringrazio per l’invito al comune, verrò a rinnovare la mia carta d’identità, sulla quale – a proposito di corretta informazione e contrariamente alle sue aspettative – sarà indicato che sono di sesso maschile, come si evince dallo pseudonimo che utilizzo per questo blog.

    Cordiali saluti

    Falso Residente

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: